Comunichiamo gli aggiornamenti delle rubriche e dei siti del network http://www.totustuus.it

 

1) IN PRIMO PIANO:
Benedetto XVI: Una cultura che fa del relativismo il proprio credo
http://tinyurl.com/primopiano
L'opera educativa sembra diventata sempre più ardua perché, in una cultura che troppo spesso fa del relativismo il proprio credo, viene a mancare la luce della verità, anzi si considera pericoloso parlare di verità, instillando così il dubbio sui valori di base dell'esistenza personale e comunitaria ... esiste un’interdipendenza tra le varie branche del sapere; ma Dio e Lui solo ha rapporto con la totalità del reale; di conseguenza eliminare Dio significa spezzare il circolo del sapere.

 

2) Amici del Cardinale Carlo Caffarra
http://tinyurl.com/caffarra-110213
E’ in atto un progetto di omologazione culturale
Anche oggi è in atto un progetto di omologazione ad una cultura che esige l’estromissione di ogni riferimento trascendente da tutti gli ambiti della vita sociale. Certamente non si usano, almeno in occidente, i mezzi usati da Antioco o dal prefetto di Catania con Agata. Ma la capacità di produrre il consenso posseduta dai grandi mezzi di comunicazione, cioè concretamente dai poteri che li gestiscono, è tale che il rifiuto oggi del "politicamente corretto" è la forma che assume in Occidente il martirio cristiano.

 

3) Mons. Luigi Negri
http://tinyurl.com/negri-110222
Dare allo Stato un potere etico non è la soluzione giusta
La legge sul testamento biologico in arrivo alla Camera è lastricata di buone intenzioni, ma è sbagliata irrimediabilmente. Chi l'ha proposta e formulata parte dalla sentenza che ha condannato a morte Eluana Englaro ... la legge tradisce le buone intenzioni di coloro che la propongono: il centrodestra che si definisce ed è liberale, oltre che cristiano e occidentale, e la gerarchia ecclesiastica che la sostiene dall'esterno, esercitando tutto il suo diritto di parola nello spazio pubblico, epperò sbagliando. La questione è assai semplice. Io detesto il testamento biologico, e in genere le cartuccelle legate al presunto, belluino, diritto di morire.

 

4) Rino Cammilleri
http://www.rinocammilleri.com
LIBIA 2
Hillary grida che Gheddafi deve andarsene, la flotta americana si mobilita… Possibile scenario, a questo punto: gli Usa e l’Inghilterra hanno trovato il sistema per uscire dalla crisi economica. Mettendo le mani sul petrolio del Maghreb con governi più "amici". La Francia (la più furba, da sempre, d’Europa) si accoda. Occorre fare le scarpe all’Italia. Anche perché per l’establishment angloamericano un governo delle sinistre in Italia è preferibile (per eseguire i bombardamenti sulla Serbia, infatti, un governo D’Alema fu l’ideale). In tal modo l’Italia si allineerebbe al nuovo ordine antipapista delle nazioni c.d. più avanzate: nozze gay e quant’altro.

 

5) Corrispondenza Romana
http://www.corrispondenzaromana.it
Le rivoluzioni arabe del 2011
Non c’è bisogno di essere "complottisti" per sapere che le Rivoluzioni popolari e spontanee non esistono. Un regime crolla quando i suoi vertici sono corrotti e quando esiste una minoranza organizzata in grado di impadronirsi del potere. E l’unica minoranza organizzata che opera in queste terre sono oggi i Fratelli Musulmani, sotto diverse denominazioni, dal Fis (Fronte di salvezza islamico) in Algeria, ad Hamas nei territori palestinesi.

 

6) Luci sull'Est
http://www.lucisullest.it/dett_news.php?id=6523
La Libia vacilla, ma il Libano cristiano è già perduto
Mentre il mondo viene rimbambito da notizie sull'Egitto, Tunisia e più ancora sulla Libia, in un'altra nazione del Medio Oriente sta già accadendo, senza rumore massmediatico, proprio ciò che è più ovvio: la vittoria delle correnti islamiche più coerenti. Questa nazione è il Libano musulmano e cristiano. Dove si assiste all'irresistibile ascesa al potere di Hezbollah, il "partito di Dio" dei musulmani sciiti, armato e finanziato dall'Iran e sempre più sostenuto anche dalla Siria.

 

7) IN LIBRERIA:
http://tinyurl.com/inlibreria
La Rivoluzione Italiana – Storia critica del Risorgimento
Negli ultimi anni ha preso vita in Italia un rinnovato interesse per la problematica risorgimentale, in maniera non supinamente conforme alla "vulgata" celebrativa. In questo volume alcuni dei più noti esponenti di questo filone storiografico rivisitano l’intera vicenda risorgimentale per fornire una visione più conforme alla verità storica e per evidenziare, nelle scelte politiche, amministrative – ed anche religiose e culturali – dei protagonisti del tempo, le radici profonde dei mali che attanagliano la società nazionale e la vita quotidiana degli italiani. Ciò che è noto a tutti come "Risorgimento" fu in realtà una vera e propria rivoluzione politica, culturale e spirituale: la Rivoluzione Italiana.

 

8) "LOBBYING ETICO"
http://tinyurl.com/viglione1848
1848: l'anno della rivoluzione
Il 1848 europeo segna una tappa fondamentale del processo rivoluzionario, preparata, coordinata e realizzata grazie all'apporto delle società segrete con uno scopo: sovvertire i fondamenti della civiltà cristiana. I suoi frutti avvelenati li vediamo anche oggi: è considerato come "l'anno delle rivoluzioni", e tale affermazione è più che indovinata, in quanto non si è mai ripetuto nella storia un sommovimento generale di carattere rivoluzionario che abbia avuto una simile simmetria spazio-temporale.

 

9) PAGINE CATTOLICHE:
Da domenica, all'indirizzo
http://www.paginecattoliche.it le nuove Pagine Cattoliche della settimana:

(Teologia)
GALLICANESIMO
Cardinale Pietro Parente; Mons. Antonio Piolanti; Mons. Salvatore Garofalo: Voci selezionate dal Dizionario di Teologia Dogmatica. GALLICANESIMO: è un complesso di teorie maturate in Francia, specialmente nel sec. XVII, che tendevano a restringere l'autorità della Chiesa di fronte allo Stato (Gallicanesimo politico) o l'autorità del Papa di fronte ai Concili, ai Vescovi, al Clero (Gallicanesimo ecclesiasticoteologico).

(Mor - Dott. Sociale)
Ven. Prof. Giuseppe Toniolo, L’Eucaristia e l’avvenire della società
"Nella storia si riscontra che, fuori del cristianesimo, sempre le religioni panteiste tendono a divinizzare l'ente sociale; per esse la società è tutto e di fronte l'individuo è nulla. All'opposto le religioni politeiste per eccellenza, sempre divinizzano l'individualità, ogni suo bisogno, ogni sua virtù, ogni sua passione e tendono a dissolvere ogni suo vincolo sociale; per esse l'individuo è tutto, la società è nulla".

(Santi)
B. ANNA MARIA JAVOUHEY (1779-1851)
Quinta di dieci figli, Anna Maria Javouhey nacque il 10 novembre 1779 a Jallongers vicino Seurre in Francia. Bambina assistette agli sconvolgimenti sociali e alla crisi religiosa scaturita in quegli anni, dalla Rivoluzione Francese e dall’imposizione della Costituzione civile del clero, con alcuni ecclesiastici che aderirono e altri no. Ed è proprio uno di questi ultimi, l’abate Ballanche diventa il suo consigliere e guida; Anna a partire dall’11 novembre 1798, prende ad interessarsi dell’educazione dei fanciulli e con molta premura degli ammalati poveri. Fondò a Parigi la Congregazione Cluniacense delle Suore di San Giuseppe, dedicate alla cura degli infermi e alla formazione cristiana della gioventù femminile. Madre Anna Maria morì a Parigi il 15 luglio 1851 e venne seppellita a Senlis, nella grande cappella della Congregazione. La causa per la sua beatificazione fu introdotta a Roma il 13 febbraio 1908; è stata beatificata il 15 ottobre 1950 in San Pietro da papa Pio XII.

 

10) I nuovi Forum di approfondimento:
http://www.totustuus.name/showthread.php?t=3534
Marzo, mese del Verbo Incarnato
Quivi è la rosa in che 'l Verbo divino carne si fece (Dante, Pd XXIII, 73). La devozione mariana ... è una permanente disposizione interiore che nasce da un atto di intelligenza illuminata dalla fede e da una decisione libera: la decisione di affidarsi totalmente a Maria, che si esprime in coerenti atti esteriori ... consiste nell’affidamento totale della propria persona a Maria, e con Lei ed attraverso Lei, a Cristo stesso per il Padre

 

11) TRACCE DI OMELIE:
http://tinyurl.com/omelieannoA
6 marzo 2011 - Nona Domenica del Tempo Ord.
In fin dei conti, la cosa più importante non è avere rivelazioni soprannaturali od operare miracoli, cose nelle quali si potrebbe nascondere anche l'inganno del demonio, ma soprattutto compiere fedelmente la Volontà di Dio, magari nell'aridità dello spirito, quando tutto sembra avvolto nella notte e il cielo ci sembra chiuso sopra di noi.

 

12) Flos Carmeli
http://www.floscarmeli.net
Avere e mostrar di avere in grande stima i nostri fratelli
Una delle principali cose che ricerca questa unione e carità, e che ci aiuterà grandemente a conservarla e a camminar avanti con essa, è che teniamo in molta stima i nostri fratelli. Anzi questo è il fondamento, sul quale si posa e fonda tutto questo affare della carità, perché quest'amore di carità non è passione né amore di concupiscenza, che va alla cieca; né di sola tenerezza, o sentimento naturale di quel cuore formato di carne che abbiamo; ma è amore ragionevole, amore spirituale della parte superiore dell'anima, che riguarda i motivi superiori ed eterni.

 

13) Spiritualità sacerdotale
http://www.haerentanimo.org
Il Sacerdote centro divino dove tutta la chiesa si riunisce
Ma quello stato di Ostia, da chi lo riceve GESÙ? Quell'esistenza sacramentale che, secondo la sua volontà, gli è assolutamente necessaria, perché sia Vittima davanti a Dio nella sua Chiesa della terra, quell'esistenza, da chi la riceve? Unicamente dalla volontà del Sacerdote. Se, per una ipotesi impossibile, tutti i Sacerdoti si mettessero d'accordo per non più consacrare, GESÙ, a meno d un miracolo che lo farebbe uscire dal disegno ch'Egli ha costituito, non sarebbe più in istato di Sacrificio sulla terra.

 

14) Antonio Socci
http://www.antoniosocci.com
La lezione di Yara all’Italia: l’eroismo della purezza
Il fango ci impedirà di vedere la cosa più importante e preziosa: la purezza di questa fanciulla e il suo eroismo. La cultura dominante non sa fare i conti con la purezza. Né con la santità. Non le conosce. Una parola enorme, la santità, da maneggiare con cura, ma anche giusta. E abbagliante, gloriosa.

 

15) Storia, Politica, educazione
http://www.totustuus.me
Ven. prof. G. Toniolo: L'Enciclica Vigesimo Quinto Anno
Il disordine e l'immane pericolo sociale dei giorni nostri è figlio del perturbamento delle idee, e in specie dell'apostasia della scienza dal sovrannaturale, che già si originò col rinascimento e la riforma luterana e pervenne fino ai dì nostri; sicché il rimedio fondamentale sta nel riordinare il pensiero nel suo connubio con la Rivelazione. È questo il primo dettame che deriva da quel documento.

 

16) Segnalazione
http://www.totustuus.name/showthread.php?t=3527
totustuus.it sotto attacco
Abbiamo ricevuto un ricorso ante causam dall'avvocato che cura gli interesse delle Edizioni Il Cerchio di Rimini. Ci si accusa in sostanza di regalare una traduzione del Saggio sul cattolicesimo, il liberalismo e il socialismo (di Donoso Cortés) i cui diritti sarebbero in possesso di tale casa editrice. Chi può dica un'Ave perchè l'editore si converta e decida di operare per l'Italia.

 

17) SANTO DEL GIORNO:
(raggiungibile dal sommario/liturgia e preghiera, nella colonna di sinistra della Home Page)

 

18) Come aiutarci
http://www.totustuus.it/comeaiutarci.htm
Trovate che totus tuus sia utile al nostro paese? Sapete che non ha finanziatori? Volete che continui a diffondere l’amore all’Eucarestia, alla Madonna e al Papato?

 

Alla prossima settimana!
iGpM
totustuus.it

Regina SS. Rosarii, ora pro nobis!